FOLCLORE E TRADIZIONE

FOLCLORE E TRADIZIONE

Processione del Venerdì Santo:
È una rappresentazione sacra che commemora la Via Crucis. Fra le ore 14-15 del Venerdi Santo, la processione parte dalla Chiesa, va fino al Calvario sulla collina Serra e ritorna in Chiesa. Il corteo e’ formato da bambine vestite di bianco che portano la culla di Gesù Bambino piena di fiori che spargono per la strada camminando. Seguono ragazze nubili vestite a lutto che portano la statua della Madonna Addolorata, uomini con in testa corone di spine che agitano le “tarozzole”, strumenti che emanano un suono funebre, e quindi il parroco e tutti i fedeli.

Processione del Corpus Domini
È un’altra rappresentazione sacra celebrata 60 giorni dopo Pasqua. Commemora il miracolo di Bolsena del 1263, quando l’ostia consacrata sanguinò nelle mani di un sacerdote tedesco il quale non credeva che l’ostia fosse il corpo di Cristo. Il corteo della processione comincia con bambine che spargono fiori, seguono ragazze nubili ed il parroco con L’Eucarestia, quindi le autorità comunali, la banda musicale, ed infine i fedeli. Il corteo parte dalla chiesa, fa un grande giro attraversando tutto il paese e ritorna in chiesa. Lungo il percorso si ferma per brevi preghiere ad altarini preparati dai cittadini davanti alle loro case.

Escursioni
Dal paese si possono fare escursioni, in macchina oppure a piedi, verso l’Ofanto, il lago e l’Orato. A meno di venti minuti di macchina, ci sono tanti altri paesi irpini e lucani interessanti da visitare, come Calitri, Andretta, Conza, Sant’ Andrea di Conza, Lioni, e Bisaccia, in Irpinia, e Pescopagano, Ruvo, Rapone e Castelgrande ed il suo osservatorio astronomico, in Lucania. Inoltre, i laghi, le acque minerali di Monticchio, ed il complesso sciistico del Laceno sono a meno di una ora di macchina.

Annunci