Tag

, , , , , , , , , ,

Ci sono in Italia luoghi magici, ce ne sono tanti e molto poco conosciuti e ancor poco visitati, fra questi c’è lo straordinario paese della “rupe”, nel cuore della valle dell’Ofanto, dove favole, leggende, colori, profumi e incanti si fondono regalando suggestioni uniche. È Cairano, un paese arroccato su una roccia sullo sfondo del monte Vulture, posto a dominare la valle dell’Ofanto. È un borgo antico, pittoresco, ospitale uno dei più alti dell’Appennino meridionale.

E forse anche voi un giorno potrete godere dalla “rupe di Cairano lo splendore della valle sottostante, ricca di colori e sfumature che solo qui si possono vedere. I pendii della valle dell’Ofanto offrono tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate uno spettacolo di colori davvero inimmaginabile. Siamo tra 700 e gli 813 metri d’altitudine e a ovest dal monte Vulture e dalle montagne circostanti, scende una brezza che modifica ad ogni istante la straordinaria tavolozza della valle. In quest’angolo affascinante dell’Irpinia che attira dal mondo quanti amano le stupende bellezze del Creato, chi arriva dopo l’impervia salita resta ogni volta abbacinato.  A Cairano non si può essere frettolosi, occorre sostare perché ogni giorno lo spettacolo si rinnova offrendo immagini sempre diverse, sempre ammalianti.

Sono salito quassù, nelle settimane della fioritura, che è tra metà maggio e l’inizio di luglio per godere dello spettacolo unico offerto dai colori che trapuntano la vasta aera, attratto dalla magia dei colori ma anche dalle tante misteriose leggende che si tramandano da secoli. Come quella legata a Tito Annio Milone.
Sentivo solo la carezza del vento sull’erba e sui fiori, sognavo ad occhi aperti e faticavo a staccarmi da quella meraviglia. E ancora una volta ho avuto la conferma che Cairano è davvero bella e amarla, rispettarla, farla conoscere deve essere l’orgoglio di ogni cairanese.

antonio perego luongo (custode del museo dell’aria)

English version

THE EXTRAORDINARY TOWN OF THE “CLIFF”

There are in Italy magic places, many of them unknown and without visitors. One is the extraordinary town of the “cliff”, in the heart of the Aufidus valley. Here fables, legends, colors, aromas and magic mingle and arouse unique responses. This is Cairano, a town perched on a rock with Mount Vulture in the background and dominating the Aufidus river valley. It is an ancient, picturestque, and hospitable burg, one of the highest on the Southern Appennines.

Maybe someday you will enjoy the splendor of the valley below the “cliff” of Cairano with its unique colors and shades. Between the end of Spring and the beginning of Summer the spectacle of colors on the slopes of the Aufidus river valley are stunning. From here, between 700 and 813 meters above sea level, the palette of the valley is changed continuously by the breeze from the Mount Vulture on the East and the other surrounding mountains. This is a charming part of Hirpinia attracting all those who love the marvels of creation; arriving here after the steep climb the visitor remains bewitched. Cairano is not a place to be in a hurry, but a place to slow down to enjoy the daily changes, the always different and enchanting images.

During the blooming season, from the middle of May to the beginning of July, I climbed to the top of the cliff to watch the show of colors embroidered all over the vast area, drawn by the colors but also by the many and misterious legends handed down through the centuries, like that connected with Titus Annius Milo.
I felt only the wind caressing the grass and the flowers, dreamed with my eyes open and found it hard to go away. And once again, I felt that Cairano is really beautiful and that every Cairanese should be proud to love and protect her and make her known to the world.

antonio perego luongo (custode del museo dell’aria)