Tag

, , , , , , , , , , , ,

Il paese di Cairano, è attraversato da tante stradine di sassi che corrono fra le case vecchie, ma ordinate. Lontana da civiltà di falso benessere, dove l’uomo è sostanzialmente infelice. In quelle grandi città dove la vita è alienata dall’insicurezza, dalla violenza, dalla segregazione. Visto che questa civiltà con il suo bisogno di denaro, di stereotipi, di modelli di consumo, perpetuamente emergenti, sia una gran macchina biologica che di continuo divora e digerisce è più che provato. Mi è venuto da pensare che questo paese non esista, e di averlo trovato solo perché lo stavo immaginando. Mi sono guardato, è ho guardato l’azzurro intorno a me. Oggi pensavo di ieri, ieri pensavo di oggi. Passato e presente insieme appassionatamente. Il passato è fatto di momenti, ogni momento è come un minuscolo granello che sfugge, tenerlo in sé e per sé sarebbe facile, ma metterlo insieme con gli altri che è impossibile. Ma come sia stato, il tempo scorre come deve scorrere. Il presente vuol dire vivere qui, dove l’aria ha un profumo particolare, il cielo un’altra chiarezza. Presente è scoprire oggi quali sono i profumi nel paesaggio portati dal vento: verso quale futuro?

foto  antonio luongo – Cairano.